Autenticità, cosa significa oggi essere davvero sé stessi

Autenticità, cosa significa oggi essere davvero sé stessi

quaderno ipad e caffe per esprimere autenticità feat

Cosa vuol dire essere sé stessi? Come descriviamo una persona a cui attribuiamo l’epiteto di autentica? Ho iniziato a rispondere a queste due domande dicendo semplicemente che una persona è autentica quando è sempre sé stessa e non si nasconde dietro la maschera di altri, insomma quando una persona è al 100%.  Autenticità significa non temere la propria essenza e il proprio marchio anzi, devono diventare i propri punti di forza. Se nei negozi vogliamo sempre prodotti originali e ricercati perché non essere persone autentiche e ricercate? In questo modo assumiamo più valore non trovi?

Per far capire subito l’importanza dell’essere sé stessi e tenere fede ai propri valori vorrei citare un pezzo tratto dal libro “Imparando dai migliori” di Francisco Alcaide Hernández nella parte in cui racconta la storia di Carlos Slim, un imprenditore messicano. La parte che trovo più interessante per parlare di autenticità è questa: “Se vivi in base agli altri perdi la tua essenza, la tua singolarità, la tua autenticità. Una persona che si guarda intorno in cerca dell’approvazione degli altri si attira il disprezzo perché in fondo si disprezza. […] Non c’è niente di più redditizio che essere onesti con sé stessi”. A questa fonte di indubbia ricchezza vorrei affiancare una mia personale definizione di persona autentica: “Essere al 100% significa essere sé stessi, riguardarsi in ciò che si fa e dire: si sono io, me stesso, sono la miglior versione che posso offrire e al contempo sono consapevole che posso ancora migliorare e offrire ancora di più”. Essere veri, far trasparire la propria anima, significa essere convinti di aver dato la propria impronta in qualsiasi cosa anche nelle azioni quotidiane. È scrivere, parlare, fare attività sportiva, leggere, studiare, lavorare e dire “guardando tutto ciò, io leggo me stesso perché neanche per un attimo ho cercato di essere un’altra persona, non sono stato la brutta copia di qualcosa ma sono stato semplicemente autentico. Per vivere pienamente il tempo che ci è stato messo a disposizione conviene raccontarsi nella propria interezza, non bisogna farsi trascinare dal personaggio o dall’atteggiamento di successo del momento. Bisogna mostrare la propria realtà con il proprio bagaglio di esperienze, non inventando niente ma semplicemente mettendosi a disposizione così come si è, in una parola “eccomi”, bisogna far risaltare il proprio io!

Parte tutto da te, da quello che sei, metti in campo quello che hai, le tue qualità senza aver paura di usarle, dare se stessi senza preoccupazioni perché coscienti di portare valore e qualità utili al raggiungimento di un obiettivo che sia a lavoro, in famiglia o in un gruppo di amici. Un’altra cosa che bisogna avere bene in mente per poter essere perennemente autentici, offrire sé stessi al meglio, è mettersi nell’ottica di un costante percorso di crescita. Essere consapevoli di essere belle persone e al contempo sapere che si può sempre andare un po’ più in là che si può sempre migliorare, insomma affinare sempre di più le proprie qualità. Guardarsi indietro e dire “ma io non parlavo così prima, io non scrivevo così prima, io non pensavo così prima ma così come sono ora mi preferisco” badando sempre a non cadere nella tentazione di recitare un ruolo. Dobbiamo sempre essere riconoscibili ai nostri occhi, dobbiamo essere fedeli ai nostri valori e alla nostra essenza perché solo così si può essere credibili. Il tema dei valori è anche un concetto chiave del life design, che ti invito ad approfondire, troverai il link alla fine di questo articolo. Dobbiamo sempre cercare la nostra approvazione poi quella degli altri verrà da sé, le cose autentiche, preziose e rare faticano a sbocciare ma sono sempre apprezzate e così vale anche per le persone.

quaderno pena e fiori per esprimere semplicità e autenticità

Questo è per me essere veri, autentici, essere al 100%, sentirsi pieni in ogni cosa che si fa, in ogni esperienza che si vive e che, badate bene, non deve essere oggettivamente strabiliante ma deve arricchire te prima di tutto. Deve farti dire ogni volta che ripensi a un evento “sono tornato con del valore aggiunto” e questo vale anche nelle relazioni perché è importante trovare qualcuno che ti faccia stare bene mentre parli e che ti faccia scoprire qualcosa di nuovo. È vivere ogni singolo evento o azione, anche la più banale, attivamente senza farsi scivolare addosso tutto, ci devi mettere la tua faccia e devi donare semplicemente quello che sei. Non pensare “per dare valore aggiunto devo essere uguale a quel personaggio” pensa piuttosto “traggo il meglio da quel personaggio, utilizzo i suoi insegnamenti per evolvere ma lo faccio per donare il vero me nella sua versione migliore. Sono in grado di dare valore solo se sono io al 100%”. Autenticità significa migliorare la propria vita e quella degli altri, è essere persone stimolanti e contaminarsi positivamente gli uni con gli altri. Non esiste un’altra persona come te. Né nel corpo (fisicamente) né nell’animo (spiritualmente). Sei unico e irripetibile, mettiti a disposizione degli altri così come sei, è il dono più grande che tu possa fare. Insomma un falso per quanto possa essere fatto bene si nota, chi vuole arricchirsi attraverso i racconti degli altri vuole unicità, non siamo prodotti di fabbrica nati per essere tutti uguali.

In sintesi, autenticità per me significa non vergognarsi di ciò che si è, circondarsi di persone positive, dare valore anche alle piccole cose, migliorare ed essere sempre in evoluzione e non definirsi mai veramente arrivati. Significa conoscere la propria vera personalità e mostrarla. Con questa consapevolezza allo stato embrionale è nata la mia idea di raccontare sui social cosa significa per me essere autentici e al 100%. Ne parlo attraverso la rubrica “Serena al 100%” dove in ogni puntata do una definizione di “essere al 100%” che, come sottolineato in questo articolo, è sinonimo di autenticità. Grazie per essere arrivato fino a qui, ti aspetto sulla mia pagina Instagram per confrontarci e vivere assieme questo percorso alla scoperta dell’autenticità, per chi come me non si accontenta di una vita a metà, ma vuole viverla al 100%.

Un’ultima nota prima di salutarci

Categorie