Sblocca il potenziale della tua mente con le Sketchnotes

Sblocca il potenziale della tua mente con le Sketchnotes

ragazzo prende appunti dal computer utilizzando le sketchnotes

Le Sketchnotes, possono diventare lo strumento più importante in assoluto per l’apprendimento. Ho utilizzato per anni questo strumento, senza sapere che stessi facendo delle Sketchnotes. Io le chiamavo semplicemente mappe mentali con i disegni. In realtà, mi resi conto che la questione è molto diversa, e oggi voglio spiegarti come le Sketchnotes hanno cambiato per sempre la mia vita e il mio modo di apprendere.

Rivoluziona i tuoi appunti con le Sketchnotes

Per me fu una vera e propria rivoluzione. Non mi dimenticherò mai del giorno in cui iniziai a studiare con questo metodo. Improvvisamente mi fu chiaro il motivo per cui fino a quel momento non ero mai riuscito ad ottenere risultati soddisfacenti a scuola e in università. Ero un ragazzo che fino a quel momento aveva sempre visto lo studio come qualcosa di estremamente noioso, e anche abbastanza inutile dal momento che la maggior parte delle cose che studiavo, finiva spesso nell’oblio dopo qualche mese.

Mi continuavo a domandare, perché dovrei fare tutta questa fatica per prendere un semplice voto, e poi dimenticarmi quasi tutto? Non ne trovavo l’utilità, ed in effetti faccio fatica a trovarla ancora oggi. Poi improvvisamente, il prof. di psicologia cognitiva al primo anno di triennale in scienze della comunicazione, parla delle mappe mentali. Rimasi subito affascinato da quello strumento. Sembrava finalmente dare un senso più logico allo studio. Decisi di approfondire l’argomento, e comprai il libro di Tony Buzan sulle mappe mentali.

Mi ricordo ancora l’enorme entusiasmo che mi trasportava in quel periodo. Finalmente si era aperta una finestra che mi stava facendo capire che, il vero motivo per cui fino a quel momento non ero riuscito a prendere bei voti, era dato dal fatto che non stavo studiando correttamente. Stavo sforzando la mia mente in maniera inutile, studiando senza capire. Ma quell’entusiasmo fu presto frenato. Le mappe mentali mi stavano sì aiutando, ma non come pensavo.

Lo sforzo che dovevo fare per memorizzare era ancora molto elevato. Non sono mai stato dell’idea che le cose debbano essere per forza difficili, ho sempre pensato che è meglio trovare il modo ti ottenerle in maniera naturale. Ed ero convinto dentro di me che esistesse un modo che potesse rendere anche lo studio qualcosa di semplice e naturale.

Poi improvvisamente capii il motivo per cui le mappe mentali non stavano funzionando come volevo. Mancava la creatività. La maggior parte delle volte infatti, le mappe mentali vengono presentate come un metodo scientifico che simula il funzionamento del cervello. Questo fattore, pur essendo molto affascinante, non include però un aspetto fondamentale per l’apprendimento: il divertimento.

Ci ricordiamo molto più facilmente ciò che ci fa divertire, e le mappe mentali per me non erano ancora diventate divertenti. Lo sono diventate quando ho iniziato ad aggiungere le immagini. A quel punto lo studio acquisì tutta un’altra dimensione per me, e i miei voti salirono alle stelle. Passai presto dalla media del 23 alla media del 27, uscendo alla fine con 104.

Da quando iniziai ad aggiungere le immagini, è come se avessi iniziato a sbloccare uno spirito creativo dentro di me che a anni cercava di emergere. E così, sviluppando sempre di più questa propensione, arrivai a fare qualcosa di diverso dalle mappe mentali, che mi permise di comprendere appieno ciò che stavo studiando: le sketchnotes.

Se avessi conosciuto questo metodo prima, sarei uscito certamente con un voto più alto, visto che la maggior parte dei voti bassi li ho ottenuti durante il primo anno, quando ancora non usavo le mappe mentali e le sketchnotes.

La conferma l’ho avuta nella laurea magistrale di business internazionale, uscendo col massimo dei voti dando tutti gli esami al primo appello. Sono convinto ancora oggi che se non avessi utilizzato le mappe mentali e le sketchnotes non sarei riuscito ad ottenere i risultati che ho ottenuto. Ecco perché, mosso dall’entusiasmo del potenziale che ho scoperto con questo strumento, ho deciso di condividere con te più materiale possibile su questo argomento.

corso apprendimento efficace mudesk
Clicca sull’immagine per scoprire ill corso e approfondire il tema sulle mappe mentali e sketchnotes

Sketchnotes introduzione

Ma cosa sono nello specifico le sketchnotes? Si tratta di un metodo basato sulla combinazione di disegni e parole per prendere appunti e studiare. In altre parole, invece di prendere appunti come fa la maggior parte delle persone, dovresti cercare di associare delle immagini che abbiano senso all’interno delle tue note.

Studiare per capire

Il motivo per cui la maggior parte delle persone fa fatica a studiare è perché cerca di memorizzare e non di capire. Questo approccio ti obbliga a sforzare eccessivamente la mente, con la conseguenza quasi certa che nel giro di qualche mese la maggior parte di quegli sforzi saranno andati perduti. Io lo chiamo “approccio orientato al breve termine”. In altre parole, ti interessa solo prendere un buon voto, e poi chi si è visto si è visto.

Il vero potenziale delle sketchnotes consiste nel fatto che, prendendo appunti e studiando in questo modo, sei obbligato a capire davvero i concetti che stai cercando di apprendere. La memorizzazione tramite le sketchnotes avviene in modo totalmente naturale. Questo perché è facilissimo ricordarti qualunque cosa nel momento in cui l’hai capita e compresa a fondo. Ti basterà magari memorizzarti qualche parola tecnica, ma risulta davvero molto facile quando hai concettualizzato il significato di quel termine.

Infatti il tuo obiettivo quando prendi appunti in questo modo non diventa più studiare, ma diventa un compito ben preciso: trovare le immagini giuste per rappresentare i concetti che vuoi apprendere. Per scegliere l’immagine giusta, il disegno corretto per rappresentare un concetto, è necessario che tu abbia davvero capito ciò che stai studiando. La naturale conseguenza di questa azione, consisterà anche in un bel voto finale, te lo posso garantire.

esempio sketchnotes sul funzionamento del cervello
Esempio sketchnote sul funzionamento del cervello

Differenza tra mappe mentali e sketchnotes

Come ti spiegavo all’inizio, sono venuto a conoscenza di questo termine da poco, prima neanche io comprendevo la differenza tra sketchnotes e mappe mentali. In realtà la differenza è enorme, e comprenderla ti può far capire anche meglio perché le sketchnotes sono così importanti.

La mappa mentale si basa sul concetto di neurone e connessione tra elementi. Per fare correttamente una mappa mentale dovrai mettere l’argomento principale al centro, e poi creare delle ramificazioni che ricordano la struttura del neurone per tutti gli argomenti correlati. Quando fai una mappa mentale è importante riuscire ad individuare le parole chiave, e già solo questo esercizio di permette di capire davvero ciò che stai studiando. Si può quindi dire che le mappe mentali sono uno strumento importantissimo, che ti invito ad approfondire, ma rimangono comunque molto strutturate e con regole ben precise.

Le sketchnotes, dall’altra parte, ti permettono di sfruttare tutto il tuo potenziale creativo. Qui non ci sono regole, e l’unico concetto da assimilare è che si basano sui disegni e immagini per prendere appunti e studiare. Questo modo di prendere appunti è quello utilizzato anche dai geni che noi tutti conosciamo, come Leonardo Da Vinci o Albert Einstein. Ma non devi per forza essere un genio assoluto per prendere appunti in questo modo, e anzi se inizi ad utilizzare le sketchnotes, ci sono buone probabilità che si sviluppi anche meglio la tua intelligenza.

Miti da sfatare

So già a cosa stai pensando “si ok tutto bello, ma io non so disegnare e non sono creativo/a, quindi questo metodo non fa per me” e poi penserai anche “a me sembra solo una gran perdita di tempo, ci vogliono troppe ore per disegnare”. Ti svelo un segreto, non è assolutamente necessario saper disegnare bene, e la creatività è un’abilità che tutti gli esseri umani hanno, va solo sviluppata e allenata. Purtroppo la società moderna ci etichetta fin da piccoli e magari se ci sono stati momenti della tua infanzia in cui non riuscivi a sbloccare la tua creatività ti hanno “addossato” l’etichetta di poco creativo. Di conseguenza questa etichetta è diventata la tua realtà, e non hai mai allenato la vera creatività che c’è in te. Fortunatamente però, non è mai troppo tardi e anche tu con costanza e pratica puoi diventare un super creativo/a.

Per quanto riguarda i disegni invece, vorrei farti capire questo concetto. Il vero potenziale delle sketchnotes consiste nell’associazione di immagini concrete a concetti. Pensaci, è molto più facile imparare una cosa “pratica” come ad esempio come si costruisce un tavolo, perché hai a che fare con oggetti concreti che puoi toccare con mano. Lo stesso principio vale per le sketchnotes. Se ad esempio studi economia, e riesci a capire concretamente di cosa si sta parlando, i concetti diventeranno molto più comprensibili. Immagina di studiare ad esempio come funziona un fondo di Venture Capital. Sarà molto più facile se vai a cercare su Google come sono fatti questi fondi, come funzionano, e vedere delle vere e proprie immagini di queste strutture. In questo modo al posto che imparare a memoria la parola “Venture Capital”, la vedrai concretamente, e questo termine diventerà molto familiare per te.

bambino disegna sketchnotes per apprendere e divertirsi

Infine, visto che nella maggior parte dei casi le sketchnotes rimarranno solo tue, e non dovrai mostrarle ad altri, non c’è alcun bisogno che siano disegnate bene. Quindi disegna pure come ti viene, non è importante che i tuoi disegni siano belli, l’importante è che trovi le immagini da associare a ciò che studi. I disegni delle sketchnotes sono estremamente semplici e non devi diventare un artista per farli. Copia le immagini semplici da internet, e inseriscile nei tuoi appunti, così come ti vengono.

Ah, dimenticavo il punto sulla “perdita di tempo”. Io penso che una vera perdita di tempo sia studiare solo per prendere un voto, e poi dimenticarsi tutto dopo poco tempo. Se ti approcci allo studio in questo modo, stai già perdendo un sacco di tempo. Studiare per capire invece, anche se può richiedere un po’ di tempo in più, è un investimento che rimane con te per sempre, e fa crescere il potenziale della tua mente.

Conclusione

Spero di averti fatto capire un po’ meglio cosa sono le sketchnotes e come mai sono così importanti per l’apprendimento. Sulla pagina Instagram @wearemudesk, puoi confrontarti con noi e chiederci consigli su come iniziare ad utilizzare questo bellissimo metodo di studio. Puoi anche taggarci in un post o una storia con la foto delle tue sketchnotes! Visto l’interesse e l’importanza che sta suscitando questo argomento, ci stiamo attrezzando per fornirti sempre più strumenti dedicati a questo tema.

Categorie