Minimalismo come filosofia di vita, la ricerca dell’essenziale

Minimalismo come filosofia di vita, la ricerca dell’essenziale

Donna africana è seduta su un divano in stile minimalista

Quando penso al minimalismo in quanto filosofia di vita, mi rendo conto che si tratta di un concetto estremamente affascinante, che aiuta a vivere in armonia, nella bellezza e nella qualità. Mi sono approcciato a questo stile di vita ormai da qualche anno, grazie anche a Joshua e Ryan (the minimalists) e più passa il tempo più mi sono evidenti i grandissimi benefici e cambiamenti che questa filosofia porta non solo fuori, ma sopratutto dentro di noi.

Forma mentis e mondo materiale

Mi sono reso conto, però, che ci sono tanti luoghi comuni che portano le persone approcciatesi a questo mindset a non approfondirlo, o peggio ancora a pensare che non faccia per loro.
In realtà, come tutte le cose, il minimalismo è accessibile a tutti, ma richiede tempo, costanza e disciplina.

Non è certo semplice, sopratutto per coloro cresciuti in una società come la nostra, integrare una nuova forma mentis basata sulla semplicità, lavorando su pensieri astratti e sugli schemi mentali condizionati dal consumismo che utilizziamo quotidianamente.

Ecco che, come in tutte le cose, il metodo migliore consiste nel procedere per gradi: il minimalismo filosofia di vita, secondo questa logica, può rappresentare una porta di accesso che possa farci avvicinare a questo mindset a partire dall’interazione con il mondo materiale, cosa che ci risulta certamente più naturale.

Cambiando il rapporto che hai con gli oggetti e con i prodotti che scegli di acquistare, infatti, agisci implicitamente anche sui tuoi modi di ragionare e di interpretare la realtà. Ed è proprio qui la chiave! Agire sul piano più concreto e materiale, per poter infine operare sul proprio mondo interiore.

Non dovrebbe stupire, a questo punto, come il resto dell’articolo ruoti principalmente al rapporto con oggetti e acquisti. Vediamo allora i primi concetti fondamentali che possono aiutare chiunque ad avvicinarsi ed iniziare a mettere in pratica questa filosofia. 

Scegliere la sostenibilità 

Entrare in un’ottica di sostenibilità è il primo passo da fare per approcciarsi a questo tema.

Bisogna innanzitutto comprendere che in un mondo sempre più popolato e influenzato gli effetti negativi della sovrapproduzione e dello spreco, scegliere la sostenibilità diventa una scelta fondamentale e rispettabile, oltre che consapevole, avendo inoltre un effetto benefico anche sull’autostima, sapendo di agire in maniera socialmente responsabile.

I prodotti che non usiamo più, o che utilizziamo ormai raramente, possono infatti essere gestiti in modo più sostenibile. Potresti ad esempio venderne qualcuno, qualora fossero ancora in condizioni ottimali – in questo modo andresti contemporaneamente a rimpinguare il budget per acquistare ciò che ti serve davvero. Se il prodotto non è vendibile, invece, potresti scegliere di donarlo a chi ne ha più bisogno, o a chi potrebbe comunque farne buon uso. E infine, se nessuna delle precedenti fossero reali opzioni, potresti pensare di portalo in un punto ecologico di riciclo, per dargli la possibilità di avere una seconda vita.

minimalismo-filosofia-di-vita-oggetti-minimal-mudesk-feat

Minimalismo stile di vita, alcuni consigli

So benissimo quanto tutto quanto espresso sia concettualmente semplice, ma molto difficile da realizzare nei fatti. Gli schemi di pensiero, gli oggetti a cui ci siamo affezionati, e quel senso di “perdita” che si ha in alcuni casi può rendere queste scelte difficili. Ecco alcuni consigli e accorgimenti che ti possono aiutare.

Procedi per gradi

Non abbandonare subito ciò di cui potresti disfarti. Prima di disfarti definitivamente di tutti quegli oggetti che sai dovrebbero avere un altro posto, ma di cui fai fatica a distaccarti, prova a metterli da parte in via temporanea. Questo passaggio evita di farti percepire il senso di perdita immediato di qualcosa che puoi ritenere ancora valido, vista l’incertezza sul possibile futuro utilizzo. Non darli subito via, ma mettili da parte per un po’ e cerca di renderti conto, a distanza di qualche tempo, di quanto tu ne necessiti realmente. Ti renderai conto dopo un po’ di ciò che risulta effettivamente essenziale, e che in questo modo puoi goderti, sfruttare, conoscere ed apprezzare di più che hai deciso di mantenere. A quel punto, disfarti dello scatolone sarà molto più semplice.

Minimalismo stile di vita, scegli la qualità

Nella stessa ottica di valorizzazione, quando decidi di acquistare un prodotto, assicurati che esso possa rimanere con te a lungo. Scegliere il minimalismo significa scegliere bene i nostri compagni di viaggio, trattarli con cura e rispetto e cercare di farli rimanere più a lungo possibile con noi.

Vendi

Quando acquisti un prodotto che ti può portare maggiori benefici di quello che già possiedi, occupati subito di vendere il modello precedente, che sarà da ora in poi sostituito. In questo modo ti abituerai a valutare bene la validità e l’effettivo beneficio dei nuovi prodotti: col tempo, se comprenderai che non ne vale la pena o che il beneficio offerto potrebbe essere qualcosa di marginale, sarai naturalmente portato a desistere dall’acquisto ed attendere un upgrade più consistente.

Acquista l’usato

Ricollegandosi al tema della sostenibilità, favorire il riciclo vuol dire anche fare parte di tutto il sistema: in alcuni casi l’usato (o, seguendo un trend degli ultimi anni, il cosiddetto ricondizionato), può rivelarsi un’ottima scelta. In alcuni casi potresti ottenere prodotti anche di marca ad un prezzo molto inferiore a quello del nuovo. Certo, entrano in gioco temi di fiducia e di rischio: ecco perché ti consiglio di scegliere solo i prodotti dei quali hai una buona esperienza e conoscenza, quelli per i quali sei in grado di valutare la qualità dell’affare. 

Minimalismo filosofia di vita, scegli la semplicità

Quando elimini il superfluo arrivi davvero al cuore delle cose, e tutto diventa improvvisamente più semplice. Ti rendi conto di come puoi riuscire a dare il giusto spazio e respiro ai tuoi oggetti, portandoli ad acquistare anche una nuova bellezza e unicità. Troppe volte vedo case o uffici dove tutto sembra ammassato e incastrato, togliendo bellezza ai singoli componenti che, al posto di acquisire valore, se ne trovano privati, confusi come sono in mezzo a tutti gli altri oggetti di cui sono attorniati. 

Dentro e fuori di te

Quando inizi ad entrare nell’ottica del minimalismo, finisci inevitabilmente per ricercare la semplicità che costruisci fuori, anche (e soprattutto) dentro di te. Riesci in questo modo ad avere maggior chiarezza di pensiero, ad arrivare prima al cuore delle cose, ad apprendere meglio e trovare immediatamente ciò che stai cercando, potendo assorbire nuove nozioni e trovare determinate soluzioni in maniera più semplice ed immediata.

Quando porti la filosofia del minimalismo anche dentro di te, la mente si sgombera e riesci a funzionare meglio.

Quando inizi ad entrare nell’ottica del minimalismo come filosofia di vita, crei la semplicità fuori e dentro di te.

Seleziona accuratamente

Il processo di selezione dovrebbe essere accurato e metodico. Il problema sorge, però, quando ci troviamo ad acquistare un oggetto circa il cui effettivo utilizzo e reale valore non siamo certi.

Come fare allora in questi casi?

Certo, il consumismo sfrenato porta all’eccesso, alla sovrapproduzione e a tutto quanto abbiamo già accennato, ma possiamo comunque cercare di cogliere e sfruttare a nostro vantaggio un tratto positivo della natura del mercato: a ben pensarci, soprattutto rispetto al passato, il mondo moderno offra ormai la possibilità di trovare, più spesso che no, prodotti dall’ottimo rapporto qualità prezzo.

Certo, si potrebbe non essere di fronte proprio al top di gamma, ma senza troppo sforzo si possono ormai trovare oggetti che, ad un prezzo più che ragionevole, permettono di testare il valore che ha un prodotto per noi, di capire se ciò che intendiamo fare con esso soddisfa semplicemente una voglia passeggera o potrebbe iniziare a costituire qualcosa di più radicato, alla base di una futura routine da portare avanti. Si potrà pensare poi, in futuro, di passare ad un upgrade, dopo che l’effettiva utilità sarà stata ormai dimostrata e che i dubbi sulla futuribilità dell’acquisto e dell’attività ad essa collegata saranno ormai sciolti.

A proposito di routines, speriamo di fare cosa gradita condividendoti quì i collegamenti alla nostra risorsa calendario 2022 ed al nostro primo prodotto fisico, la rivoluzionaria Mudesk Alarm che stiamo sviluppando per te e che siamo certi potrà tornarti utile per portare avanti i buoni propositi e sviluppare sane abitudini!

Conclusione

Il minimalismo come filosofia di vita è un argomento essenziale da comprendere e interiorizzare secondo noi di Mudesk. Il mondo odierno è ormai caotico, colmo di un’enorme quantità di contenuti in cui perdersi e alquanto difficile da navigare, senza la giusta bussola. Per questo motivo teniamo a condividere con quanti più possibile questo bellissimo modo di interpretare la vita, tramite la filosofia del minimalismo.

Categorie

Iscriviti al canale ufficiale di Mudesk