I 5 migliori zaini per nomadi digitali di quest’anno

I 5 migliori zaini per nomadi digitali di quest’anno

miglior-zaino-per-nomadi-digitali-Apex-Backpack-Mudesk

Lo zaino è un prodotto che mi ha sempre affascinato. Ti dona la possibilità di spostarti con agilità e farti sentire a casa ovunque ti trovi. Se fino a qualche decennio fa si poteva trattare di un accessorio principalmente legato al mondo accademico, oggi acquista un significato totalmente diverso. Il mondo moderno ci ha trasformato un po’ tutti in nomadi digitali, e in questo contesto lo zaino diventa il nostro migliore amico, che ci aiuta a sentirci bene ovunque ci troviamo. Ecco il perché di questa guida sul miglior zaino per nomadi digitali.

Prima di iniziare

Caratteristiche

Sono ossessionato dalla scelta dello zaino migliore per la vita moderna, e questa mia ossessione mi ha portato a spulciare ogni singolo zaino presente sul mercato. Il miglior zaino per nomadi digitali secondo me deve avere le seguenti caratteristiche.

Deve essere estremamente pratico e funzionale, bello da vedere; essere in grado di farci stare tutto l’occorrente per gli accessori tecnologici e 4/5 giorni di vestiti; dotato di tasche smart che rendono estremamente semplice e rapido l’accesso; adatto sia ad un breve viaggio che agli spostamenti quotidiani; dotato di un facile accesso per la fotocamera e di caricatore power bank; e infine che renda semplice togliere computer e tablet per i controlli in aeroporto.

Dopo numerose ricerche, dopo aver visto migliaia di campagne su Kickstarter e averne provati diversi, ho deciso di donare questa mia conoscenza approfondita a voi lettori di Mudesk. Ecco la selezione degli zaini migliori per i nomadi digitali, che ti renderanno la vita più semplice, organizzata e ti faranno sentire ultra produttivo.

Premessa per i vestiti

Per riuscire a farci stare i vestiti per 4/5 giorni sono necessari alcuni accorgimenti. Il primo è avere uno stile di vita minimal, saper riconoscere l’essenziale e togliersi l’idea del “può sempre servire”. Ti consiglio si visitare la nostra sezione minimalismo per abbracciare anche tu questa filosofia di vita. Io personalmente utilizzo una maglietta intima per ogni giorno, una felpa extra oltre a quella con cui parto, l’intimo per il numero esatto di giorni, e un paio di pantaloni extra. Tutto questo non ingombra molto spazio e per renderlo ancora più funzionale ho trovato un Organizer da viaggio che comprime i vestiti e li rende ancora più organizzati. Questo accessorio acquistabile con poche decine di euro, unito ad uno degli zaini che sto per presentarti, renderà i tuoi viaggi e spostamenti estremamente pratici e funzionali.

Selezione e budget

Stiamo parlando del miglior zaino per i nomadi digitali, di conseguenza il budget sarà necessariamente dai 100€ in su. Ho comunque selezionato un modello abbastanza economico, che è stato uno dei miei primi zaini che mi ha accompagnato in molti viaggi. Si tratta di un modello molto semplice che è in grado di comportarsi bene in molte situazioni, anche se per certi aspetti non è il massimo della praticità. Lo trovate in fondo alla guida.

Thule DSLR

Se avete la necessità di portare dietro la macchina fotografica, strumento essenziale ormai per la maggior parte dei nomadi digitali, Questa versione del noto brand Thule, sicuramente vi soddisferà. Il motto dell’azienda svedese è “porta la tua vita”, con una mission aziendale che si sposa perfettamente con il concetto di uomo moderno. Questo zaino ha tutti i requisiti che si possono desiderare, tranne la presa per il powerbank che sarebbe stata molto comoda. La parte interessante è il contenitore rimovibile per fotocamera che è in grado di contenere anche 2 obiettivi, oppure un DJI Mavic Pro. Questo contenitore può essere posizionato in una tasca ad apertura rapida, in questo modo è possibile tirare fuori la fotocamera senza toccare il resto. La qualità dei materiali è eccellente, lo zaino è assolutamente impermeabile. Unico difetto il peso da vuoto, un po’ più elevato della media.

Bellroy

Questo zaino della bellissima azienda australiana è per veri minimalisti. Qualità eccellente, e spazio per portare l’essenziale in modo estremamente pratico e con uno stile assurdo. La capienza da 22 litri è un po’ bassa, di conseguenza può andare bene per un viaggio di massimo 4 giorni senza fotocamera. Questa versione è anche dotata dello spazio per il notebook che facilita enormemente la vita nei controlli aeroportuali. Questo zaino è per i veri minimalisti che riescono a fare a meno anche di molta tecnologia come fotocamere e droni, è assolutamente bello da vedere e molto confortevole da portare. I prodotti di quest’azienda sono magici, perché riescono a far sembrare lo zaino meno pieno di quello che in realtà è, provare per credere.

Nomatic

Non c’è bisogno di molte presentazioni, questo zaino è probabilmente il migliore sul mercato per nomadi digitali. Il prezzo è un po’ alto, ma si tratta di uno zaino multi funzione che risulta perfetto per lavoro, viaggi, palestra e qualunque situazione possiate immaginare. La funzione espandibile da 20 a 30 litri lo rende perfetto per la quotidianità e i viaggi, che con questo zaino possono spingersi anche a viaggi di una settimana, sempre con il presupposto di essere minimalisti. Inoltre si presta bene anche a situazioni di business grazie alla maniglia nascosta che si trova a lato, e permette di portarlo come una valigia. Non c’è situazione che teme questo zaino, ed è perfetto anche per portare treppiedi, fotocamera o drone. Consigliamo l’acquisto di tutto il travel bundle per un’esperienza ottimale. Forse l’unico vedo difetto di questo zaino è il prezzo un po’ alto, ma si tratta del miglior zaino per nomadi digitali.

Lyopar

Questo sarà il mio futuro zaino. Per il momento è possibile acquistarlo tramite campagna Kickstarter, ma si tratta secondo me di uno zaino multi funzione perfetto per uno stile di vita moderno. Quello che distingue questo zaino sono le due stringhe regolabili ed estraibili che permettono di aggiungere tutti quegli accessori che ingombrerebbero tantissimo all’interno dello zaino per nomadi digitali come sacco a pelo, pallone, skateboard e via dicendo. Inoltre in questo modo lo zaino si trasforma anche in borsone da palestra, diventa quindi un prodotto versatile che si sposa in tantissimi modi di utilizzo. C’è davvero tanto da dire di questo zaino, e ve ne parlerò nel dettaglio quando mi arriverà. Se sei troppo curioso e non riesci ad aspettare, guarda la campagna su Kickstarter.

Soltra 

Si tratta del modello più economico che abbiamo selezionato. Non bisogna farsi ingannare però dal prezzo più economico rispetto ai modelli visti sopra, si tratta comunque di uno zaino di buona qualità, che non lascia passare molta acqua, e dotato di cerniere molto valide. Non è il massimo della praticità quando iniziamo a voler inserire all’interno anche dei vestiti, in questo caso l’organizer che ti ho consigliato a inizio articolo è praticamente d’obbligo. 

Anche perché la cerniera non si può aprire totalmente, e infilarci dentro i vestiti in modo ordinato e pratico è impossible. Gli altri aspetti poco pratici sono principalmente 2: non c’è un modo efficiente per portare una fotocamera come reflex o mirrorless, e non c’è una presa USB integrata per poter attaccare un powerbank. Sono piccoli dettagli che in situazioni di stress come il viaggio si notano, anche se ci si può comunque passare sopra.

Conclusione

Se questa guida sul miglior zaino per nomadi digitali è stata di tuo gradimento, ci potrebbero altri articoli all’interno del sito che potresti trovare interessanti, in particolare nella sezione organizer. Infatti questo sito si focalizza proprio sulla selezione e scelta di questo genere di prodotti, per i fanatici del minimalismo, i nomadi digitali e gli imprenditori e startupper di nuova generazione. 

Categorie