Come trovare la tua vision: la seconda fase del life design

Come trovare la tua vision: la seconda fase del life design

life design vision

Se sei finita, o finito su questo articolo, immagino che tu sappia già cosa sia il life design e come sviluppare la prima fase. In caso contrario ti invito a leggere l’articolo introduttivo sul Life Design

In questo articolo ci concentriamo sulla seconda fase, che consiste nel cercare, e possibilmente trovare la tua vision, la tua motivazione, e tutti quei valori che fanno parte della tua essenza e su cui è necessario portare il giusto livello di consapevolezza.

La seconda fase

Se hai letto l’articolo sulla prima fase del life design, sai già comprendere concetti come l’Ikigai e la consapevolezza della propria natura più profonda. Se la prima fase ti aiuta a metterti in contatto con la tua essenza, la seconda ti porta invece a delineare nella tua mente chi davvero sei e cosa vuoi. Potresti anche vederle come un’unica fase ma abbiamo pensato di tenerle separate per darti la possibilità di concentrarti di più su ogni aspetto di questo argomento. Queste due prime fasi sono infatti le più importanti di tutto il processo di life design, dal momento che impostano le basi per tutte le fasi future. É giusto quindi dedicarci un’attenzione maggiore e per questo è importante concentrarti bene su tutti gli aspetti e le domande.

Nella prima fase dovresti aver cercato di comprendere a fondo chi sei e quali sono le tue ispirazioni. Adesso è necessario comprendere qual è la tua visione a lungo termine di come vorresti che fosse la tua vita. Per farlo è necessario interrogarsi sui tuoi valori fondamentali, le tue aspettative più ambiziose e gli aspetti della tua vita più rilevanti per te. Come sempre quando si tratta di life design, non c’è una risposta giusta o sbagliata. Solo tu puoi sapere che significato ha davvero la vita per te, assicurati però che la tua visione non sia compromessa troppo dalla società in cui vivi.

Vision

Per riuscire a trovare la tua vision, devi sapere prima di tutto che cosa si intende con questa parola, e poi quali sono le domande giuste da farti per trovarla. Prima di tutto possiamo definire la visione come l’unione di due fattori fondamentali: il fattore astratto e quello concreto. Il fattore astratto delinea il profondo della tua visione, i valori che la sorreggono, le motivazioni. Si potrebbe definire come la base invisibile su cui nasce il tutto. Il fattore concreto è invece la visione immaginata nella tua mente, con il maggior livello di dettaglio possibile.

È importante capire come i due fattori siano intrinsecamente intrecciati, ma sopratutto comprendere l’importanza del fattore astratto. Se infatti non si riesce a creare prima una solida base, il fattore concreto sarà solo una bella immagine mentale e niente di più. Concentra quindi molti dei tuoi sforzi per andare in profondità nella tua vision, e costruire un modello astratto forte e solido. A quel punto esso si potrà abbellire e concretizzare tramite la vision concreta.

ragazzo con zaino ai piedi di una montagna innevata cerca la sua vision per il life design

Visione astratta, come crearla

Per creare la base della tua vision, è importante che tu ti faccia domande profonde e cerchi di comprendere i tuoi valori più profondi. Ecco alcune domande che ti possono aiutare in questo processo. Prendi quindi il tuo life plan e inizia a segnarti queste domande:

Trova il tuo perché

Le domande seguenti non risponderanno alla domanda del tuo “perché”, ma ti aiuteranno a trovarlo:

  • Cosa avrei tanto voluto fare ma non ho mai avuto l’opportunità o il coraggio per provarci?
  • Cosa farei se avessi la certezza di non fallire?
  • Quali sono le attività che mi portano in uno stato di flow (spiegazione nel prossimo paragrafo)?
  • Cosa amo fare, che farei anche gratis?
  • Se improvvisamente mi dicessero che posso scegliere di essere chi voglio, che personaggio sceglierei?

Lo stato di flow

Se hai letto tutte le domande ti sarai accorto che una di queste ti chiede quali sono le attività che ti portano in uno stato di flow. Il flow è un concetto molto importante che viene valorizzato anche dall’ideologia dell’Ikigai. Ma cosa si intende davvero con questo termine? Lo stato di flow è uno stato di totale coinvolgimento nell’azione, dove si è immersi totalmente nel presente e non si prendono più in considerazione neanche i risultati finali ma si prova giovamento per l’azione in sé. In altre parole, sono quelle attività che faremo quasi all’infinito, che ci appagano solo per il piacere dell’attività stessa.

Quando eravamo bambini eravamo maestri dello stato di flow. Si giocava solo per giocare, o si disegnava per il gusto di disegnare, senza preoccuparsi del risultato finale. Questo stato ti porta in una dimensione magica in cui il concetto di tempo sembra quasi sparire. Comprendi che sei entrato in uno stato di flow quando alzi lo sguardo e ti stupisci del fatto che sia passato così tanto tempo. Questi momenti sono molto importanti perché in quei casi stati dando la possibilità alla parte più profonda e saggia di te di esprimersi e tutto il tuo sistema ne trarrà un grande piacere. Più volte riesci a entrare in contatto con questi stati, e più il tuo percorso verso il tuo futuro più luminoso diventa possible.

7 condizioni per raggiungere lo stato di flow

Come abbiamo visto, i bambini sono maestri dello stato di flow, ma perché quando cresciamo non siamo più in grado di tornarci così spesso? Probabilmente il motivo risiede nel carico di responsabilità che la vita impone con il passare degli anni, e quindi anche delle preoccupazioni. Inoltre viviamo in una società che ci mette a paragone e in competizione con gli altri, e trovare il proprio posto in questo mondo è spesso difficile. Perché si verifichi lo stato di flow in età adulta, sono necessarie quindi 7 condizioni:

  • Sapere cosa si sta facendo
  • Sapere come lo stai facendo
  • Sapere quanto bene lo stai facendo
  • Sapere verso quale meta stai andando
  • Percepire una sfida significativa e raggiungibile
  • Percepire le tue abilità come significative e uniche
  • Essere libero da distrazioni
snowboarder salta per dimostrare credenza del successo

Valori e credenze

I valori e le credenze sono ciò che determinano in maniera più profonda la nostra base e le nostre decisioni. Sentiamo feeling con le persone che condividono i nostri valori, e le persone che odiamo di più sono quelle che vanno contro di essi. Visto che si tratta di un tassello basilare all’interno della vita dell’essere umano, ci relazioniamo con i valori e le credenze fin da piccoli. Il problema è che ciò che ci viene insegnato, dai genitori, a scuola, o dalle organizzazioni religiose, non è per forza nostro. È importantissimo invece indagare a fondo e capire cosa davvero ti appartiene e cosa no. Come è possibile fare questa distinzione? Per capirlo è necessario analizzare nel dettaglio cosa sono i valori e le credenze.

Valori

I valori sono uno strumento potentissimo per la nostra mente. Ideali come la rivoluzione francese o quella americana si basavano su 3 valori fondamentali come liberà, fratellanza e uguaglianza. Se 3 semplici valori sono stati in grado di smuovere rivoluzioni che hanno cambiato per sempre la struttura della società e la storia, pensa che impatto possono avere dei valori forti all’interno della tua mente. Al contrario, se decidi di vivere senza valori, la tua vita ti apparirà piatta e superficiale, e sentirai un senso di vuoto pervaderti.

La forza dei valori in realtà non è data dal valore che scegli, ma dall’intensità con cui decidi di integrarlo nella tua vita. Mi spiego meglio. Prendiamo un valore molto importante nella società occidentale, quello della libertà. Questo valore di per sé non è ne forte ne debole, è il modo con cui scegli di viverlo che lo può rendere tale. Se ad esempio ti offrono 1 milione di euro per rinunciare alla tua libertà, e accetti, allora quel valore non sarà davvero forte per te. Se invece scegli di rimanere coerente a tutti i costi a quel valore, allora saresti in grado di rinunciare all’offerta. I veri valori sono quelli per cui sei disposto a metterti in condizioni scomode, per cui sei disposto a lottare.

Cercare e trovare i tuoi valori fondamentali, quelli per cui non sei disposto a scendere a compromessi e invece a difendere con tutto te stesso, è il primo passo per amplificare la portata della tua vita e vivere in modo integro e rispettabile. La strada ovviamente è tutta in salita, ma il panorama che troverai sarà in grado di ripagare tutti i tuoi sforzi. Noi esseri umani in genere abbiamo 3 valori fondamentali, e altri 7 che invece cambiano durante le fasi della vita e si modificano in base alle esperienze che facciamo. Con il passare del tempo comprenderai sempre meglio quali sono i tuoi valori fondamentali, quelli che ti appartengono per davvero. Io per ora ne ho trovato 1, e tu?

Credenze

Le credenze sono ancora più potenti e profonde dei valori. Ogni essere umano è ciò in cui crede. Prendiamo ad esempio due persone che nascono nella stessa famiglia. Una crede di essere destinata al successo, che il mondo è dalla sua parte, che se si impegna può raggiungere qualunque risultato voglia. L’altra al contrario pensa di essere un fallimento totale, che ogni cosa in cui prova a mettersi è destinata a rovinarsi e che è venuta al mondo solo per soffrire e ricevere umiliazioni. Quale sarà secondo te il finale di questi due personaggi? Una conferma delle proprie credenze, che le porterà a interpretare tutto ciò che gli accade secondo il loro filtro. Quindi avremo alla fine della storia, una persona di estremo successo, ed una prossima al suicidio, solo perché hanno due credenze diverse.

Il problema è che le credenze ci vengono tramandate, o vengono formulate nei primi anni di vita, quando non si sa ancora nulla del mondo e di ciò che ci circonda. Tutto ciò avviene inconsapevolmente, ed è uno dei motivi principali delle molte disgrazie che appartengono a questo mondo. È importantissimo invece averne il controllo totale e scegliere consapevolmente le proprie credenze. Come hai notato, non c’è una credenza giusta o sbagliata, una vera ed una falsa. Semplicemente c’è la realizzazione della tua credenza. Quindi, se hai capito che è così importante, mettici mano tu stesso, e assicurati di avere delle credenze positive, così da poterle tramandare consapevolmente alle future generazioni, per costruire un futuro migliore per tutti.

A tutti i folli. I solitari. I ribelli. Quelli che non si adattano. Quelli che non ci stanno. Quelli che sembrano sempre fuori luogo. Quelli che vedono le cose in modo differente. Quelli che non si adattano alle regole. E non hanno rispetto per lo status quo. Potete essere d’accordo con loro o non essere d’accordo. Li potete glorificare o diffamare. L’unica cosa che non potete fare è ignorarli. Perché cambiano le cose. Spingono la razza umana in avanti. E mentre qualcuno li considera dei folli, noi li consideriamo dei geni. Perché le persone che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo sono coloro che lo cambiano davvero.

Steve Jobs

Conclusione

Forse avrai fatto caso al fatto che in questo abbiamo parlato solo della visione astratta, e non di quella concreta. Questo perché per rendere la visione concreta, bisogna passare al prossimo step, quello della pianificazione. 

Per rimanere aggiornato sul prossimo articolo ti consiglio di seguirci su Instagram o Facebook. In alternativa puoi salvarti il nostro sito tra i preferiti, e tornare a farci visita il mercoledì, giorno in cui generalmente pubblichiamo il nuovo articolo. Intanto ti ho creato una lista con i link per altri articoli correlati a questo tema, si tratta di una lista manuale fatta con cura per renderla coerente con questo articolo e offrirti il maggior valore possibile.

Un’ultima nota prima di salutarci

Categorie

Iscriviti al canale ufficiale di Mudesk